Back to top

Ambiente

Vivere l’educazione ambientale!

Vivere l’educazione ambientale significa promuovere all’interno della propria scuola una sensibilità verso l’ambiente e nel proprio quotidiano delle azioni rispettose. Una scuola dove gli insegnanti, gli allievi ma anche i genitori mettono in pratica delle attività in favore della sostenibilità. Anche le infrastrutture e la cultura scolastica nel suo insieme possono essere pensati come luoghi di educazione ambientale. Temi come l’acqua, l’energia o il consumo permettono di realizzare iniziative modello che possono poi servire da modello per altre sedi.

Competenze

L’educazione ambientale promuove delle competenze utili a comprendere le basi della vita e i suoi limiti favorendo nel contempo il senso di appartenenza come comunità rispettosa e responsabile. L’educazione ambientale permette così una miglior comprensione delle interdipendenze vitali, siano esse ecologiche, sociali, economiche, culturali o etiche. Sostiene gli allievi e gli studenti nel loro modo di posizionarsi e nella realizzazione di iniziative concrete.

Temi

Rifiuti, riciclaggio, biodiversità, energia, ambiente/ecosistema, clima, ecologia, materie prime, acqua, piante, inquinamento, risorse naturali, attività natura, giardini scolastici, agricoltura, ecc.

Esempi

Integrare nei processi d’insegnamento e di apprendimento degli incontri rispettosi con la natura

  • Giornate regolari nelle foreste
  • Aula «natura»

Incoraggiare un’attitudine rispettosa delle risorse naturali nel funzionamento della scuola.

  • Rifiuti, consumo di energia, acqua, installazioni solari.
  • Giornate pratiche per l’ambiente

Creare delle collaborazioni con gli attori extrascolastici

  • Settimane della natura e dell’ambiente nei centri natura.

 

per approfondire

    Strumenti per le scuole

    Esempi di pratiche

    Offerte degli attori extrascolastici

    Back to top