Back to top

In viaggio verso l’ESS

Mettersi in viaggio verso l’ESS – Perché?

L’educazione allo sviluppo sostenibile (ESS) è molto più che un tema d’insegnamento. Partendo dalla varietà dei suoi contenuti e dei suoi metodi essa rappresenta un’opportunità per imparare e vivere a scuola in modo consapevole e responsabile.  Un’occasione per riflettere sulle questioni e le sfide del presente prendendo spunto dai propri valori.

L’ESS è molto di più che una nuova tendenza alla moda. Si inserisce in una volontà internazionale ed è il frutto di un processo partecipativo per dare al nostro pianeta uno sviluppo rispettoso dell’ambiente e dei suoi abitanti.

La nuova Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, adottata nel settembre del 2015 per l’insieme dei 193 Stati membri dell’ONU, è costituita da 17 obiettivi ambiziosi e di portata universale. Quest’Agenda precisa, al punto 4.7, l’importanza dell’Educazione allo sviluppo sostenibile (ESS).

«Da qui al 2030, fare in modo che tutti gli allievi acquisiscano le conoscenze e le competenze necessarie per promuovere lo sviluppo sostenibile,  attraverso l’educazione che promuove la sostenibilità dei modi di vita, i diritti umani, l’uguaglianza di genere, la pace e la non violenza, la cittadinanza mondiale, la diversità culturale e la cultura come promotrice di sviluppo sostenibile.»

Legami con i piani di studio

L’ESS è presente in maniera importante all’interno del Piano di studio della scuola dell’obbligo ticinese. La ritroviamo principalmente nei contesti di formazione generale e nelle competenze trasversali che vengono sviluppate sia all’interno delle diverse discipline sia in modo trasversale lungo tutto il percorso della scolarità. l’ESS rientra pienamente negli ambiti relativi alle tecnologie e i media, la salute e il benessere, e soprattutto negli ambiti vivere insieme, educazione alla cittadinanza, contesto economico e consumi. Diversi elementi dell’ESS sono presenti all’interno di competenze trasversali quali lo sviluppo personale, la collaborazione, il pensiero riflessivo e critico.

Per le scuole medie e professionali l’ESS appare con modalità diverse nel curriculum formativo dell’educazione generale e sociale.

Legami con la promozione della salute

Interessarsi all’ESS quando si è una scuola già attiva sui temi della salute, permette di allargare i punti di vista e nel contempo esplorare sinergie in vista di azioni concrete.

Collegare i temi della salute (alimentazione, movimento, dipendenze, salute psichica, ecc.) e le questioni quotidiane sul piano sociale, ambientale ed economico, permette di meglio comprendere le interdipendenze e sviluppare una comprensione sistemica. È l’occasione per prendere coscienza di come la salute di ognuno dipenda dalle condizioni molteplici che, se oggi sembrano scontate, non saranno garantite a lungo termine.

Come?

Lasciandosi ispirare dalle pratiche scolastiche 

Con l’aiuto di risorse pedagogiche

Risorse di qualità e pronte all’uso sono a vostra disposizione per le classi, i progetti scolastici, le giornate culturali o altro:

Con degli attori esterni

Trovate i principali attori esterni le loro offerte sulla pagina Attività didattiche di attori esterni (éducation 21)

per approfondire

Capire l'ESS

Simposio internazionale

«Lier santé, équité et développement durable dans les écoles», Simposio internazionale a Ginevra nel 2010 (in francese).

Back to top