Pari opportunità

In Svizzera, le pari opportunità sono sancite dalla Costituzione federale (art. 41 cpv. 1 e art. 8 cpv. 2.). Il rapporto sul sistema educativo svizzero (2018), il rapporto della CDPE Parità – Discriminazione e pari opportunità nel sistema educativo. Migrazione e origine sociale (Hoti: Berna 2015, in francese) e la Convenzione sui diritti delle persone con disabilità del 2014 forniscono le basi per la promozione delle pari opportunità in ambito educativo. Ciò significa che tutti le persone coinvolte (specialmente gli allievi) devono beneficiare di pari opportunità di sviluppo e di partecipazione (si veda la visione della Rete delle scuole21, in francese). Per raggiungere questo obiettivo, i fattori politici, sociali, spaziali, personali e didattici devono essere orientati alla promozione di opportunità educative per tutti e tutte.

Il modo in cui sono concepiti l'insegnamento e le relazioni influenza le pari opportunità: il sostegno individuale, le possibilità di prendere delle decisioni, la partecipazione e le forme di apprendimento cooperativo hanno un effetto positivo sulla motivazione e sul benessere di tutti gli allievi.

Un clima scolastico positivo riduce l’influenza del contesto socio-economico degli allievi sul rendimento scolastico (Astor, Benbenishty & Estrada, 2009). Inoltre, l’intervento precoce nelle scuole favorisce il 10-20% dei bambini e dei giovani che, se lasciati a loro stessi, hanno scarse prospettive future. Infine, porre l’attenzione sulla salute degli insegnanti favorisce anche le pari opportunità tra allievi (La salute rafforza l’educazione, 2018, in francese)

Al di là del benessere degli studenti durante il loro percorso scolastico, le pari opportunità a scuola hanno un impatto importante per tutta la loro vita poiché il livello di istruzione è correlato al numero di anni di vita in buona salute.

Riferimenti al Piano di studio

Nel Piano di studio della scuola dell’obbligo ticinese (online / PDF), l’educazione alle pari opportunità è menzionata nei contesti di Formazione generale. La troviamo indicata all’interno del contesto Salute e benessere ma soprattutto nel contesto Vivere assieme ed educazione alla cittadinanza nel quale si afferma che «tutti gli insegnamenti devono fondarsi sul valore del rispetto e del rapporto democratico per cui l’educazione alla cittadinanza inizia con il modello dell’adulto insegnante per finire in ogni azione che gli allievi compiono». Inoltre, «la costruzione della cittadinanza non si manifesta solo nell’integrazione all’interno di un contesto sociale e civile, ma attraverso un contributo attivo alla costruzione della convivenza civile e allo sviluppo di un approccio critico e consapevole alle forme e ai modi della vita sociale» (pag. 50).

Non da ultimo, la trasmissione dei valori sociali (qui: parità) è parte degli obiettivi generali del Piano degli studi così come previsto dalla Legge della scuola (Art. 2).

Esempi di pratiche

Per una scuola dove la partecipazione fa rima con azione!
Nella sede scolastica Terre-Sainte di Coppet VD, gli allievi godono di un margine d’azione importante per poter esprimere i propri bisogni.

Per crescere insieme: valori e identità di istituto
La scuola media di Camignolo mantiene una cultura di istituto basata su condivisione, collaborazione e benessere.

Il proprio benessere e quello dell’altro
La filosofia della Scuola di Commercio di Monthey VS è che per occuparsi di se stessi, bisogna anche occuparsi dell’altro e dell’ambiente circostante.

FORTE & clean
Promozione della salute ancorata attraverso il rilevamento precoce e l'intervento precoce alla scuola media Sonnenhof a Wil SG.

Le molestie riguardano tutti noi!
Un «gruppo Rete» dinamico e motivato a Bassecourt JU.

Strumenti per la scuola

Nuovo futuro
Programma base e vari progetti specifici volti ad incoraggiare la parità tra uomo e donna nella scelta della professione e nella pianificazione di vita.

All’ascolto di ciascun allievo grazie alla differenziazione pedagogica
Guida pratica per comprendere e attuare la differenziazione pedagogica nella propria classe (in francese).

La scuola della parità
Idee di attività ordinarie da svolgersi in classe che consentono l’integrazione di una pedagogia delle pari opportunità tra bambine e bambini (in francese).

Ulteriori risorse sulle pari opportunità

Ulteriori risorse sulla parità di genere

Ulteriori risorse sul tema del razzismo

Attività didattiche di attori esterni

Dialogue en Route
Scoprire la diversità culturale della Svizzera con attività esperienziali al di fuori delle mura scolastiche.

Per andare oltre

Testi base

Bachman M., Bloch D., Gruber Y. & al., Équité à l’école, 2016 (Testo base dell’iniziativa delle città per la formazione, in francese)

Haenni H., Équité, discrimination et égalité des chances au sein du système éducatif. Migration et origine sociale (Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione CDPE, 2015, in francese).

Ogay T., Réussir à l’école: le piège de l’égalité des chances (Universitas, marzo 2011, in francese)

Grossenbacher S., Vers l’égalité des sexes à l’école (Centro svizzero di coordinamento della ricerca educativa, 2006, in francese)

Pari opportunità e salute (Officio federale della sanità pubblica UFSP, 2018)

Giornate tematiche