Back to top

Economia e consumi

L’educazione all’economia offre ai giovani la possibilità di partecipare e posizionarsi come cittadini consumatori e come professionisti nei propri ambiti lavorativi.

In una prospettiva integrativa orientata allo sviluppo sostenibile,  l’educazione all’economia permette di porsi delle domande sugli obiettivi e le implicazioni delle attività economiche nei contesti di vita. Favorisce la capacità di analisi e la presa di decisioni responsabili nell’ambito di una cittadinanza responsabile sia a livello locale che globale.

La scuola come beneficiaria e fornitrice di lavoro e di prestazioni è pure un attore economico. Prestando particolare attenzione ai criteri ecologici e sociali nelle sue attività può rappresentare un modello di riferimento autentico per allievi e docenti.

Temi

Divertimenti/turismo, commercio/commercio equo, consumi, stile di vita, agricoltura, mobilità/traffico, tecnologia, economia, lavoro, alimentazione, produzione, ecc.

Esempi

Creare un progetto sostenibile gestito dagli allievi

  • Spazio pausa, atelier di riparazioni per biciclette ecc.

Analizzare con occhio critico i propri consumi e l’utilizzo dei media

  • Telefonino, costi, dipendenze ecc.
Misure di economia e scelte ecologiche di sede
  • Riduzione degli sprechi, riparazione, separazione e riciclaggio dei rifiuti, condivisione di apparecchi

Creazione di legami con le imprese locali

  • Visite annuali alle imprese locali nell’ambito delle scelte professionali
  • Possibili collaborazioni nell’ambito d’iniziative formative in campo ecologico e sociale​

per approfondire

    Strumenti per le scuole

    Esempi di pratiche

    Offerte degli attori extrascolastici

    Back to top